Sequestrate 11 tonnellate di pesce. Mancano i documenti sulla tracciabilità

gdf

I finanzieri della Tenenza di Gioia del Colle, in provincia di Bari, hanno sequestrato oltre 11 tonnellate, tra cozze nere e alici. Il pesce era a bordo di tre furgoni isotermici. Due di essi trasportavano complessivamente 8.580 chilogrammi di cozze nere provenienti da Taranto, destinate ad aziende di Bari, il terzo, aveva a bordo 2.790 chilogrammi di pesce azzurro, proveniente da Bari, diretto in provincia di Taranto. In tutte e tre i casi, è stata accertata l’assenza di una documentazione che attestasse la tracciabilità della merce, così come previsto dalla normativa comunitaria e nazionale, aspetto che non costituisce un adempimento formale, ma è di particolare importanza sotto il profilo della commestibilità e della genuinità dei prodotti. Le attività sono state svolte in collaborazione con il medico veterinario del Dipartimento Prevenzione Asl di Bari. Subito dopo si è proceduto alla distruzione dell’intero carico. Nove i responsabili segnalati all’Autorità Amministrativa.

AUTORE
Top