Tangenti per concessioni edilizie a Modugno, restituiti beni

tribunale14

Il gup del Tribunale di Bari Alessandra Susca ha disposto la revoca di parte dei sequestri eseguiti nel novembre 2012 nei confronti di alcuni degli indagati nel procedimento penale relativo a presunte tangenti in cambio di concessioni edilizie al Comune di Modugno. In particolare il giudice, accogliendo l’istanza presentata dal difensore dell’ex consigliere ed ex assessore comunale Vito Carlo Liberio, l’avvocato Massimo Roberto Chiusolo, ha dissequestrato tre immobili, due fondi rustici e un’auto, perche’ acquistati prima che fossero commessi i reati di cui la Procura accusa l’imputato. Per la medesima ragione, il giudice ha disposto d’ufficio la restituzione di tutti i beni sequestrati all’epoca all’ex sindaco Pino Rana e ad un geometra imputato nello stesso procedimento. Dinanzi allo stesso gup si sta celebrando l’udienza preliminare per il rinvio a giudizio di 24 persone, fra professionisti, imprenditori, ex amministratori e funzionari del Comune di Modugno per i reati, a vario titolo contestati, di associazione per delinquere, concussione, corruzione, falso, peculato, estorsione, truffa, riciclaggio e lottizzazione abusiva, relativi agli anni 2003-2011. Nel procedimento sono costituiti parte civile Regione Puglia, Consorzio Asi e Comune di Modugno. Altri tre imputati sono a processo con rito abbreviato. La sentenza e’ prevista per il prossimo 17 settembre.

AUTORE
Top