Paparesta presenta socio minoranza Giancaspro

paparesta

“Presentiamo una persona che ha a cuore le sorti del Bari, ha rilevato il 5% di proprieta’ di mio padre Romeo. Abbiamo completato il 15 dicembre l’atto. Siamo in sintonia sul progetto da portare avanti”: Gianluca Paparesta, presidente del Bari, ha illustrato con queste parole al San Nicola la missione del nuovo socio del club Cosimo Giancaspro, imprenditore molfettese. “Ci sara’ un consiglio di amministrazione con me presidente – ha aggiunto, spiegando le novita’ nella compagine sociale – con Giancaspro consigliere delegato e la partecipazione come supporto autorevole, cattedratico, del professor Antonio De Feo, anch’egli consigliere, al fine di dare solidita’ alla governance”. Paparesta ha poi specificato che “non c’e’ alcuna difficolta’ finanziaria per la societa’: non risulta che il Bari rischiava di non pagare stipendi. Chi dice il contrario dice cattiverie che danneggiano l’immagine della societa’”. Le motivazioni dell’ingresso del club sono state riassunte da Giancaspro: “Ci metto denaro ma anche faccia e professionalita’. Sono un socio di minoranza, perche’ mi e’ stato offerto di entrare come minoranza. L’obiettivo e’ la crescita della citta’ e della regione. Avevo organizzato una cordata per partecipare all’asta (con la cordata Izzo-Canonico ndr), ma quando e’ stata aggiudicata a Gianluca gli ho fatto i complimenti”. “Sono sempre stato un simpatizzante e tifoso del Bari – ha ricordato Giancaspro – anche se sono nato e risiedo a Molfetta. Il mio ingresso e’ come spalla aziendale, questo connubio dara’ maggiore stabilita’ all’azienda Bari calcio. Ripartiremo le deleghe aziendali a brevissimo e allora sara’ piu’ chiaro quello che dovra’ essere fatto per organizzare e preparare l’azienda per gli investimenti futuri”. Paparesta ha chiarito che Giancaspro “coprira’ l’area non sportiva dell’organizzazione aziendale e delle infrastrutture; trattera’ con gli istituti bancari per ottenere flussi finanziari”.

AUTORE
Top