Modugno, mezza tonnellata di fuochi d’artificio in scuola elementare

carabinieri2

Nascondeva mezza tonnellata di micidiali fuochi proibiti nei locali di una scuola elementare. Se non fossero subito intervenuti i Carabinieri, i bambini avrebbero corso rischi enormi a fare lezioni vicino ai locali dove un pregiudicato 31 enne di Modugno, all’insaputa della Direzione Scolastica, si era appena impossessato di un deposito della scuola per conservare temporaneamente il micidiale materiale da smerciare sotto le feste di Natale una vera e propria Santa Barbara. L’uomo e’ stato arrestato. “Non credevano ai loro occhi i Carabinieri di Modugno”, si legge in una nota, che da giorni erano sulle tracce di un pregiudicato 31 enne del posto sospettato di attendere un grosso carico di fuochi proibiti per la vendita sul mercato nero. L’uomo si recava con circospezione e troppa frequenza nei pressi di un locale di pertinenza di una scuola elementare di Modugno. Di qui la decisione di fare irruzione nella notte, senza attendere che riprendessero le lezioni e la sorprendente ed incredibile sorpresa che l’uomo non aveva esitato ad approfittare di una stanza di pertinenza di una scuola elementare, di cui si era di fatto impossessato, per nascondere ad insaputa della Direzione Scolastica, una mezza tonnellata di micidiali fuochi proibiti. Questa l’incredibile scoperta, frutto i uno dei numerosi controlli disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Bari, per prevenire, per prevenire la vendita illegale di fuochi d’artificio e rendere piu’ sicure le festivita’ natalizie. Quasi mezza tonnellata di fuochi, definita dagli artificieri della Sezione investigazioni scientifiche dei Carabinieri “appartenenti a categorie molto pericolose”.

AUTORE
Top