Fondo 0-6, indicazioni ai Comuni beneficiari

Conte_Gualtieri

Con il Decreto-Legge “Cura Italia” del 17 marzo 2020, n. 18 (G.U. 17 marzo 2020, n. 70) sono state approvate misure che impongono alle amministrazioni pubbliche di rivedere ulteriormente le modalità di utilizzazione dei fondi a disposizione per far fronte alle conseguenze economiche e sociali dell’emergenza sanitaria in atto. Considerata tale necessità, Regione Puglia per il tramite dell’Assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Sebastiano Leo, di concerto con il collega Assessore regionale al Welfare, Salvatore Ruggero, sentite tutte le parti interessate, con una nota ha fornito indicazioni straordinarie ai Comuni beneficiari delle risorse dell’annualità 2019 del Fondo per il Sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita sino ai sei anni. Tali indicazioni operative mirano a fornire un supporto all’attuazione degli interventi programmati, considerando le gravi ripercussioni dell’emergenza sanitaria da COVID19 sul sistema di offerta per minori.

“Valutata la necessità di intervenire tempestivamente a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori del settore, nonché a sostegno dei costi fissi sostenuti da soggetti pubblici e privati per tenere in vita le unità di offerta presenti nel segmento, si è chiesto ai Comuni di procedere, con la massima sollecitudine possibile, a erogare le risorse in anticipazione al 100% dei contributi assegnati, riservandosi di ricevere l’intero rendiconto successivamente, previo formale impegno da parte degli operatori.” ha dichiarato l’Assessore Leo, che ha aggiunto ” L’intervento nasce nell’ottica di sostenere le famiglie attraverso la garanzia di continuità, con ogni strumento possibile “a distanza”, del flusso comunicativo tra educatrici/educatori e minori utile a dare continuità al progetto educativo”. A questo scopo i comuni possono anche attivare un monitoraggio delle difficoltà di carattere strumentale che impediscono l’accesso a servizi a distanza, verificando altresì la possibilità di fornire supporto anche attraverso l’utilizzo delle risorse economiche disponibili per le spese di gestione a valere sul Fondo per il Sistema integrato.

Le organizzazioni sindacali che hanno preso parte alla concertazione effettuata da Regione Puglia hanno dato disponibilità al coinvolgimento dei propri livelli territoriali per facilitare e sostenere le iniziative promosse in ambito educativo e scolastico.
Le competenti strutture regionali del settore Welfare stanno mettendo a punto specifiche procedure per gli operatori del sistema di offerta educativo e socio assistenziale che accedono ai Fondi strutturali attraverso il sistema dei Buoni servizio.

Top